mercoledì 4 luglio 2012

Fregula con le arselle



Ingredienti per quattro persone:
1 kg di vongole (arselle in sardo)
350 gr di fregula
1 bicchiere di polpa di pomodoro
mezzo bicchiere di vino bianco
1 spicchio d'aglio
un mazzetto di prezzemolo
olio extravergine d'oliva


La fregula è quella cosa sarda che assomiglia ad un cous cous gigante ma non è cous cous e si risotta come un risotto ma non è un risotto.
E non è manco la fregola che c'è qui a Milano, come mi dice mio papà quando mi vede impaziente: "uè ti, che te gha, la fregola?!" O forse era romagnolo e me lo diceva mia mamma in un altro modo?
Non lo so, perchè alla fine io di romagnolo mi ricordo solo "asluseala", che mi fa sempre tanto ridere. Ma che con la fregola c'entra poco, a meno che non stia piovvigginando mentre la cucinate, certo.
In ogni caso so per certo che la fregula è una pasta sarda che per tradizione si fa con le arselle, che altro non sono che le vongole. Capitto mi hai?!
Sulla pulizia dei molluschi mi ero ampiamente dilungata qui, per cui non mi curerò di loro ma guarderò e passerò.
Il punto fondamentale di questa ricetta è prendere delle vongole fresche. 
E non trapassate come quelle che han venduto a me, che erano chiuse come un naso col raffreddore in gennaio. Ho pure aspettato un po' pregando resuscitassero, ma dopo il terzo giorno in cui non era ancora successo niente le ho rispedite al mittente cercando di farmele sostituire. 
Per preparare questo gustosissimo piatto fate aprire le vongole a fuoco alto in una pentola chiusa con il vino bianco. Cioè, le vongole col vino bianco, non la pentola chiusa col vino. Filtrate l'acqua che avranno rilasciato, sciacquate le vongole sotto l'acqua corrente senza prendere la scossa, sgusciatene una parte e tenete tutto da parte.
In una padella versate un filo d'olio e piazzateci l'aglio schiacciato. Fate andare a fuoco basso per qualche minuto poi aggiungeteci la polpa di pomodoro e la fregula. Mescolate per un paio di minuti poi aggiungete l'acqua delle vongole. Fate cuocere per circa 20 minuti (ma controllate i tempi di cottura della pasta sulla confezione) aggiungendo pian piano un goccio d'acqua bollente alla volta quel tanto che basta a coprire a filo la fregula. Un po' come si fa col risotto.
Quando la pasta è cotta aggiungete le vongole (non prima, per non farle diventare ciccose), il prezzemolo tritato e un generoso giro d'olio.

Con questa ricetta partecipo al contest Geografia in tavola di Danita 



Ne approfitto inoltre per invitarvi a sfogliare il carinissimo OpenKitchenMagazine di Giugno dove, oltre ad una simpatica intervista a Montersino e a diverse idee interessanti, troverete anche un paio di mie ricette.


29 commenti:

  1. Capitto ti ho! :P
    Buonissima, mi piacerebbe proprio provarla! Mi inviti a cena? :D

    RispondiElimina
  2. Adesso che una lombarda-romagnola ha cucinato un piatto sardo, posso anche lasciare questo mondo, ma prima lasciatemi gridare: VALE FOR PRESIDENT!!! Come al solito tutto da copione: io che rido a bocca chiusa morsicandomi la lingua con affianco il mio capo...
    Mia cara vale, ormai i tuoi post sono tra le cose che attendo con più curiosità :-) bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahaahha ecco appunto, chissà cosa viene fuori da questo misturot :DD
      noooo dai non te ne andare!!! Come faccio poi??
      baci :)

      Elimina
  3. Le vongole trapassate a Milano te le rifilano che è un piacere...purtroppo.... Bellissimo questo piatto, mi piace tantissimo la fregola ma non l'ho ancora fatta devo rimediare! bravissima buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente?? Guarda per fortuna mi è successo solo una volta e son riuscita a farmele cambiare senza storie, ma mi sa che allora ho avuto solo una gran fortuna.. :)
      buona giornata anche a te :)

      Elimina
  4. che bontà..un piatto da leccarsi i baffi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si da leccarsi i baffi prima e il piatto poi :)

      Elimina
  5. Io amo letteralmente la cucina sarda, la adoro! Segno questa ricetta perché deve essere davvero ottima, grazie per averla condivisa e complimenti, bravissima! Un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è poi è velocissima, altro punto a favore :)))

      Elimina
  6. Che forma avrà una voglia di fregula con le arselle???????? Aiutooooo!!! Gnam gnam!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahhaha mah se ti va bene, piccola e tonda :D

      Elimina
  7. una sola parola: fantastica!!! ma chi cavolo ti ha venduto ste vongole??? anzi no, ste arselle????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il signor Esselunga! Ma me le ha anche cambiate per cui lo perdono.. :)))

      Elimina
  8. ohmmamma, che mica si fa così... a tradimento! uno sfoglia-sfoglia-sfoglia e poi alla fine si vede tutte le fotine davanti e intuisce-capisce-basisce che hai perso tutti i capelli corti che avevi quando pensavo a te!!! non so se riuscirò ad adeguare l'immagine mentale all'immagine virtuale del reale... complimenti cara, le ricette sono belle e anche la cuoca... ma per favore accorciati quei capelli quando penso a te!

    comunque perché hai dato via le vongole morte? erano perfette per me, lo sai che non ho il tuo spirito csi e io una vongola viva nella padella non ce la metto. vabbeeeene, poi nella tua fregula me la mangerei, ma questo è tutto un altro capitolo!

    :***
    roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ohi! Un'altra persona che ti immaginava con i capelli corti?! Ma sai che anche io mi ero fatta un'idea completamente diversa? :-)

      Elimina
    2. ecco lo sapevo che non si doveva mettere la foto!!!
      mannaggia siete già in due...mi tocca proprio tagliare sti capelli per andare in linea con le aspettative :))

      Elimina
  9. ehiiii che meraviglia, ma quanto son buone le vongole e qui son finite proprio in un super piatto!!! hai la mamma romagnola!!! ma dai.. di dove?? un abbraccione cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siiiiii! di un paesino vicino a Faenza :))
      che belle zone....quando riesco a farci un salto mi rigenero :))

      Elimina
  10. Che buona la fregola con le arselle...io la faccio in bianco, senza il pomodoro. Visto che mi hai fatto venire la voglia ven. esco a cercare molluschi e se riesco a fotografarla posto la mia versione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sisisis facci la tua versione che io in bianco non l'ho mai fatta :))

      Elimina
  11. Grazie per questo post che, ancor prima della ricettina, mi ha strappato più di un sorriso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Reb è reciproco, io mi rotolo per terra con i tuoi :D

      Elimina
  12. Ciao io sono Maria e scopro questo delizioso blog solo adesso. Ma che meraviglia, è un blog carinissimo, ottime ricette e splendide foto. Complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Maria e piacere di conoscerti! :)

      Elimina
  13. Ciao, sai che non mi trovo il tuo messaggio nei post, ma solo nell'email...strano, se ti va, prova a rimandarne uno!
    Quanto deve essere buono questo piatto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara si purtroppo mi sta succedendo su diversi blog...i miei messaggi finiscono nella cartella spam di blogger....ora riprovo! :)

      Elimina
  14. L'acqua corrente senza prendere la scossa.
    Mh?
    Poi ho capito. Demenziale. Magnificamente demenziale.

    RispondiElimina